UNIPLUS*AD 10SUPP 250MG+350MG


€ 5,69
Quantità:

 339 77 55 853

DENOMINAZIONE
UNIPLUS

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Analgesici ed antipiretici.

PRINCIPI ATTIVI
Oxolamina citrato e propifenazone.

ECCIPIENTI
Gliceridi semisintetici.

INDICAZIONI
Condizioni infiammatorie delle prime vie aeree (sinusiti, tonsilliti,faringiti, laringiti, tracheobronchiti) anche associate a tosse e febbre.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita' ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati; bambini di eta' inferiore a 6 mesi; granulocitopenia, porfiria acuta intermittente, insufficienza della glucosio-6- fosfato deidrogenasi.

POSOLOGIA
Adulti 250 mg/ 350 mg supposte: una supposta due-tre volte al giorno.>>Bambini 125 mg/150 mg supposte. Bambini sopra i 2 anni: una suppostadue-tre volte al giorno. >>Prima infanzia 60 mg/50 mg supposte. Bambini dai 6 mesi ai 2 anni: una supposta due-tre volte al giorno secondol'eta'.

CONSERVAZIONE
Non conservare a temperatura superiore ai 30 gradi C.

AVVERTENZE
Per la presenza del propifenazone, dosi elevate e trattamenti prolungati con il medicinale possono provocare, in soggetti ipersensibili, danni a carico del sangue. Durante i trattamenti protratti sono raccomandati controlli periodici della crasi ematica.

INTERAZIONI
Non sono state segnalate interazioni.

EFFETTI INDESIDERATI
Gli effetti indesiderati sono elencati utilizzando le seguenti scale di frequenza: molto comune (>=1/10); comune (>=1/100, < 1/10); non comune (>= 1/1000, < 1/100); raro >= 1/10.000, < 1/1000); molto raro (<1/10.000); non nota. Disturbi del sistema Immunitario. Non nota: reazionidi ipersensibilita'. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo.Non nota: eruzione cutanea. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Gli studi sugli animali non indicano effetti dannosi diretti o indiretti di tossicita' riproduttiva. Il medicinale puo' essere usato durantela gravidanza, se clinicamente necessario. Non e' noto se i principiattivi/metaboliti del prodotto siano escreti nel latte materno.