VENOLEN*crema derm 40 g 2%


€ 11,90
Quantità:

 339 77 55 853

DENOMINAZIONE
VENOLEN 2% CREMA

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Sostanze capillaroprotettrici (bioflavonoidi).

PRINCIPI ATTIVI
100 g di crema contengono: 2 g di Troxerutina.

ECCIPIENTI
Acido ascorbico, estere poliglicolico di acidi grassi, propilene glicole, metile p-idrossibenzoato, propile p-idrossibenzoato, acqua depurata.

INDICAZIONI
Sintomi attribuibili ad insufficienza venosa; stati di fragilita' capillare.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Generalmente controindicato in gravidanza e nell'allattamento.

POSOLOGIA
Posologia: applicare la crema 2-3 volte al giorno.

CONSERVAZIONE
Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

AVVERTENZE
E' consigliabile interrompere la somministrazione del farmaco duranteil periodo mestruale. Questo farmaco 2% crema contiene metile e propile p-idrossibenzoati, che possono causare reazioni allergiche (anche ritardate). Questo medicinale contiene 4000 mg di propilene glicole pertubo da 40 g di crema.

INTERAZIONI
Non sono noti effetti di interazioni.

EFFETTI INDESIDERATI
Gli effetti indesiderati sono classificati per sistemi e organi e perfrequenza. Le frequenze sono definite come: molto comune (>=1/10), comune (>=1/100, <1/10), non comune (>=1/1.000, <1/100), raro (>=1/10.000, <1/1.000), molto raro (<1/10.000), non nota (la frequenza non puo' essere definita sulla base dei dati disponibili). Patologie gastrointestinali. Raro: disturbo gastrointestinale (lieve). Patologie vascolari.Raro: vasodilatazione (del volto). L'impiego specie se prolungato diprodotti per uso topico puo' dare origine a fenomeni disensibilizzazione. Ove cio' si verifichi, occorre sospendere il trattamento ed istituire una terapia idonea se del caso. Segnalazione delle reazioni avverse sospette. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quantopermette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari e' richiesto di segnalare qualsiasireazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all'indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/content/come-segnalare-una-sospetta-re azione-avversa.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
La sicurezza del farmaco in gravidanza non e' stata determinata, pertanto non e' opportuno somministrare il prodotto durante la gravidanza.