CERULISINA DOLORE*GTT OTO FL6G


€ 8,90
Quantità:

 339 77 55 853

DENOMINAZIONE
CERULISINA DOLORE, 1% + 5% GOCCE AURICOLARI, SOLUZIONE FLACONE 6 G

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Altri otologici, analgesici ed anestetici, associazioni.

PRINCIPI ATTIVI
100 g contengono: procaina cloridrato 1 g (pari a procaina base 0,866g), fenazone 5 g.

ECCIPIENTI
Glicerolo.

INDICAZIONI
Otalgie.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita' verso i componenti del prodotto e verso altre sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; in caso di perforazione del timpano, astenersi dall'uso. Il prodotto, a contatto con lastruttura dell'orecchio medio, puo' determinare effetti indesideratia tale livello.

POSOLOGIA
Instillare nel condotto uditivo esterno 2-4 volte al giorno. Adulti: 5-8 gocce ogni volta. Bambini: 4-5 gocce ogni volta. Si consiglia di intiepidire il flacone prima dell'uso.

CONSERVAZIONE
Nessuna speciale precauzione per la conservazione.

AVVERTENZE
Quale misura precauzionale, prima di somministrare il prodotto, assicurarsi della integrita' della membrana del timpano. I prodotti per applicazione topica possono dare origine a fenomeni di sensibilizzazione od irritazione: in tal caso interrompere il trattamento e consultare ilmedico al fine di istituire idonea terapia. Non usare per trattamentiprotratti, in ogni caso, dopo breve periodo di trattamento (1-2 giorni) senza risultati apprezzabili, consultare il medico.

INTERAZIONI
Nessuna nota.

EFFETTI INDESIDERATI
In caso di perforazione del timpano, il prodotto, a contatto con la struttura dell'orecchio medio, puo' determinare effetti indesiderati a tale livello. L'uso di fenazone, sia pure per via sistemica, e' stato associato ad un elevato rischio di agranulocitosi; questo farmaco, cosi' come la procaina, puo' dare reazioni allergiche in soggetti sensibilizzati e, in seguito ad assorbimento sistemico, anche manifestazioni anafilattiche. Segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite ilsistema nazionale di segnalazione.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
In gravidanza, durante l'allattamento al seno e nella primissima infanzia, il farmaco deve essere utilizzato solo in caso di effettiva necessita' e non per periodi prolungati.