MERBROMINA NEW*2% SOL 30ML C/A


€ 4,00
Quantità:

 339 77 55 853

DENOMINAZIONE
MERBROMINA NEW.FA.DEM. 2% SOLUZIONE CUTANEA

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Antisettici e disinfettanti.

PRINCIPI ATTIVI
Merbromina.

ECCIPIENTI
Acqua depurata.

INDICAZIONI
Antisettico cutaneo con attivita' batteriostatica nei confronti di batteri gram positivi e gram negativi, indicato per la disinfezione di cute e ferite.

CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita' al principio attivo, ai derivati mercuriali o ad unoqualsiasi degli eccipienti.

POSOLOGIA
Applicare sulla zona interessata alcune gocce 2-3 volte al giorno.

CONSERVAZIONE
Nessuna in particolare; conservare in contenitore ben chiuso a temperatura non superiore ai 30 gradi C.

AVVERTENZE
Non applicare merbromina soluzione cutanea su superfici estese, mucoseo in caso di bendaggio occlusivo, in quanto si possono verificare effetti sistemici dovuti ad intossicazione da mercurio. La merbromina nondeve essere impiegata su ferite infette. Merbromina soluzione cutaneacolora di rosso la cute; le macchie possono essere rimosse mediante lavaggio, prima con soluzioni di permanganato e dopo con soluzioni di acido ossalico.

INTERAZIONI
Il farmaco puo' interagire con i seguenti medicinali: procaina cloridrato; altri antisettici o detergenti topici a base di iodio.

EFFETTI INDESIDERATI
Di seguito sono riportati gli effetti indesiderati di merbromina organizzati secondo la classificazione sistemica organica MedDRA. Non sonodisponibili dati sufficienti per stabilire la frequenza dei singoli effetti elencati. Disturbi del sistema immunitario: reazioni di ipersensibilita'. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: dermatiti da contatto. Tossicita' a carico delle cellule epidermiche: traumatismo, avvelenamento e complicazioni da procedure. In caso di applicazionedel farmaco su superfici estese, mucose, o sotto bendaggio occlusivo,esiste rischio di effetti sistemici (sindrome acrodinica, nefrotossicita') dovuti ad intossicazione da mercurio.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Non sono disponibili dati relativi all'uso del medicinale in gravidanza. Il medicinale, se utilizzato in accordo con le modalita' d'uso, nonviene assorbito e quindi non determina effetti sistemici. Non sono disponibili dati sull'utilizzo di merbromina soluzione cutanea durante l'allattamento e non e' noto se il medicinale passi nel latte materno.Tuttavia, poiche' l'assorbimento del farmaco puo' ritenersi trascurabile, e' molto improbabile che quantita' rilevanti vengano escrete nel latte materno.